The Absolute Sound: NAD C 328, preparatevi a essere stupiti

nad_c328_torino_taxivision

Il NAD C 328 è stato recentemente protagonista di una recensione estremamente positiva sul magazine The Absolute Sound.

“Il C 328 mi ha stupito il giorno in cui l’ho acceso per la prima volta”, Paul Seydor nella sua recensione dell’amplificatore NAD C 328. Nella sua recensione per il numero di febbraio di The Absolute Sound, Seydor descrive il C 328 come “super pulito, eccezionalmente trasparente e altamente dettagliato”, continuando a dire che le sue prestazioni sono esattamente ciò che si aspetta da un marchio come NAD. “NAD è un’azienda che ha pochi eguali e nessun superiore quando si tratta di prodotti a valore aggiunto con un compromesso minimo.”

Già familiare con NAD, avendo recensito il C 326BEE un decennio prima, Seydor non esita a testare il C 328 con brani musicali impegnativi come il “Waldstein” di Beethoven. Utilizzando una registrazione di Richard Goode su una delle sonate più famose di Beethoven, Seydor afferma che il C 328 riproduceva senza sforzo tutte le sfumature della traccia. “Ho messo alla prova il C 328 con la registrazione di Richard Goode, e ancora una volta la resa e il controllo sono stati incredibilmente sorprendenti.”

Passando al vinile, Seydor ha deciso di usare l’album tributo dell’artista di Singapore Jacintha a James Taylor e si è definito “immediatamente sedotto”, descrivendo la riproduzione vocale come rotonda e dimensionale. Seydor prosegue dicendo che ha provato la gioia maggiore con il C 328 mentre ascoltava dischi in vinile. “Ho trascorso parecchie ore piacevoli ascoltando gli LP e non sono mai rimasto deluso – il suono notevolmente aperto, non costruito, ampio nelle dinamiche e con un rumore di fondo quasi inesistente”.

L’amplificatore integrato NAD C 328 si conferma un prodotto di altissimo livello, dall’eccezionale rapporto qualità-prezzo e aderisce fermamente all’impegno costante di NAD verso un suono entusiasmante.

Qui la recensione completa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *