Panasonic – La nuova gamma TV Oled e Led 2018

Caratteristiche dei nuovi modelli OLED

Due nuove serie OLED top di gamma compatibili con HDR10+, dotate di un nuovo processore ed una tecnologia di ottimizzazione del nero.

Dopo i numerosi riconoscimenti ottenuti nel 2017 per l’estrema accuratezza delle immagini dei propri schermi OLED, Panasonic è fiera di annunciare la nuova gamma TV OLED per il 2018, che comprende due nuove serie: FZ950 e FZ800. Con innovativi pannelli OLED ed il processore video HCX di ultima generazione calibrato ad Hollywood, questi modelli saranno i primi TV OLED del 2018 a supportare l’HDR10+, offrendo la compatibilità con il più recente standard HDR con metadati dinamici.

Dopo aver ammaliato l’anno scorso gli appassionati di home cinema con l’EZ1000, TV OLED da 77” di altissima qualità ma anche dal prezzo importante, Panasonic torna alla carica al CES 2018 con due nuove serie che vanno ad affiancarsi, per soluzioni tecniche e qualità d’immagine, al modello dell’anno scorso, portando con sé anche alcune interessanti novità.

I due nuovi TV sono siglati FZ950 e FZ800 e saranno disponibili da giugno nelle diagonali da 65 e 55 pollici. Diciamo subito che le due serie si distinguono unicamente per la presenza, nell’FZ950, di una soundbar integrata nella base con tuning audio Technics, mentre la parte video e le funzioni smart sono assolutamente identiche. Chi ha quindi un buon impianto audio può rivolgersi all’FZ800 senza paura di ottenere qualcosa in meno in fatto di qualità delle immagini. La soundbar integra quattro woofer, quattro squawker (mid-range) e due tweeter Dynamic Blade realizzati in collaborazione con Technics, affiancati da un radiatore passivo quad per le basse frequenze.

Partiamo proprio dall’immagine per descrivere le novità della gamma di TV OLED 2018 di Panasonic: il pannello è nuovo e capace di coprire un più ampio spazio colore, così come è nuovo il processore HCX che, grazie a funzioni evolute, permette di agire in maniera ancora più accurata rispetto all’EZ1000 sulla calibrazione del pannello. Inoltre il processore è dotato di un avanzato sistema di correzione cromatica basato su una tabella chiamata LUT (Look Up Table) dinamica, il che si traduce ai nostri occhi in una migliore riproduzione dei mezzi-toni poiché il procedimento viene effettuato dinamicamente scena per scena e non si basa, come nella maggior parte degli altri TV, su una tabella LUT statica precaricata nell’apparecchio.

HDR10+ PER IMMAGINI OTTIMIZZATE SCENA PER SCENA

La novità principale è però rappresentata dall’HDR10+, ovvero l’HDR con metadati dinamici, in grado di gestire colori e contrasti scena per scena invece di utilizzare l’impostazione standard della curva HDR che viene calcolata in fase di color correction prendendo come riferimento il picco più alto di luminosità. A contribuire alla qualità di visione generale abbiamo anche il filtro Absolute Black, che migliora il livello del nero e assorbe la luce dell’ambiente eliminando i riflessi.

Il lavoro di calibrazione svolto insieme a studi Hollywoodiani quali Technicolor e Deluxe ha portato poi alla definizione di diversi profili True Cinema selezionabili dall’utente che permettono di impostare il TV secondo i parametri di accuratezza visiva richiesti dagli Studios cinematografici, così da godersi il film o la serie TV del momento proprio come l’hanno immaginata il regista e il direttore della fotografia. Oltre all’HDR10+ i televisori FZ950 e FZ800 supportano l’HDR HLG, ossia l’HDR per le trasmissioni televisive, e integrano funzioni avanzate quali l’Auto HDR, per evitare che la luminosità dei contenuti a dinamica estesa possa andare fuori scala in scene con luci particolarmente “sparate”, e una modalità in grado di simulare l’effetto dei metadati dinamici dell’HDR10+ anche in contenuti video sprovvisti di tali istruzioni.

La sezione Smart TV è basata come per i modelli dell’anno scorso su Firefox TV ma è stata profondamente rivista sopratutto dal punto di vista grafico, le connessioni sono HDMI 2.0 senza HFR (High Frame Rate) e manca il supporto a Dolby Vision (che possiamo considerare concorrente dell’HDR10+) e Dolby Atmos.

 

 

Caratteristiche dei nuovi modelli a LED

Secondo Panasonic i TV LED 4K HDR del 2018 sono stati migliorati soprattutto a livello di processore video e di retroilluminazione, con una serie di modifiche legate proprio alla gestione della luce che hanno permesso di abbassare ulteriormente il livello del nero e di migliorare il contrasto.

Panasonic la chiama Digitally Enhanced Local Dimming, e secondo l’azienda permette di allineare la gestione e della retroilluminazione con la regolazione del segnale video per oltre 100 zone. Con una luminosità migliorata del 20% l’azienda assicura di aver raggiunto il livello di contrasto più alto mai misurato su un TV LCD. Staremo a vedere. Grazie ad un nuovo pannello e al nuovo processore i tecnici giapponesi promettono anche il gamut colore più esteso mai visto su un TV LCD LED, e tutto senza fare il minimo accesso all’eventuale uso di quantum dots.

FX780: il nuovo top di gamma

Il modello più completo sarà l’FX780: il livello di luminosità di picco è superiore del 20% rispetto a quello dell’FX740 e rispetto ai modelli dello scorso anno e come processore viene usato lo stesso Hollywood Cinema Experience (HCX) adottato sulla gamma OLED del 2018.

Nuovo il pannello, che Panasonic definisce 4K HDR Pro Cinema Display con Wide Colour Spectrum e Local Dimming Pro: grazie ad un driver migliorato questo pannello ha un refresh rate doppio rispetto all’FX740 e sempre secondo Panasonic questo permette di eliminare del tutto il motion blur.

Il design è molto bello, e ricorda molto da vicino quello della nuova serie OLED. Sarà disponibile nei tagli da 75″, 65”, 55” e 49”.

 

FX740, fascia media per tutti

Il design è lo stesso del modello top, o comunque simile, ma sotto la scocca dell’FX740 sono tante le differenze con il top di gamma. Il pannello è sempre dotato di Wide Colour Spectrum ed è più luminoso di quello dello scorso anno, ma mancano il processore HCX e anche il local dimming è disponibile in versione “non Pro”.

In ogni caso Panasonic è sicura che con il pannello 4K HDR Cinema Display, la funzione HDR Brightness Enhancer, una nuova Virtual Look Up Table e quello che viene chiamato Digitally Enhanced Local Dimming il risultato è comunque superiore a quello di un normale TV di fascia media. La serie FX740 sarà disponibile in tre tagli, 65”, 55” e 49”.

I modelli FX700 (65”, 55” e 49”) e FX600 (64”, 55”, 49” e 43”) sono interessanti perché non sono tanto TV “entry”, almeno l’FX700. Siamo di fronte infatti ad un TV che sotto il profilo delle caratteristiche è praticamente identico all’FX740, cambia solo il design.

Panasonic per l’FX700 ha usato lo ‘Switch Design’ che permette di variare la posizione dei piedini per avere, con un unico TV, due tipi di base differenti. Diverso invece l’FX600; sempre Switch Design, ma niente Wide Colour Spectrum e soprattutto niente local dimming.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *