Novità da Knosti: la nuova macchina per lavare i dischi Disco-Antistat Gen. II

Lavare i dischi con facilità ed efficacia ad un costo decisamente accessibile, queste sono le caratteristiche principali della nuova versione della Knosti DiscoAntistat Generation II. Utilizzarla è molto semplice: basta riempire la vasca con l’apposito liquido (che scioglie le impurità ed il grasso depositato nei solchi), immergervi il vinile da pulire e farlo ruotare mediante l’apposita manovella affinché le due spazzole contrapposte (in pelo di capra) posizionate all’interno della vasca puliscano i solchi in profondità. successivamente il disco va messo ad asciugare in una ‘rastrelliera scola-dischi’, mentre il liquido può essere filtrato e recuperato per futuri lavaggi (rastrelliera, filtri e imbuto fanno parte del kit). La nuova colorazione bianca permette inoltre di valutare meglio la quantità di sporco presente nel liquido dopo l’utilizzo. Qui di seguito le principali caratteristiche:

– l’efficacia del kit è garantita dal ‘sistema di ammollo’ che permette di sciogliere le ‘incrostazioni’ (il risultato è commisurato al ‘tempo di ammollo’ e al numero di rotazioni, perciò chi ha tempo e pazienza può lavarli per diversi minuti girandoli di tanto in tanto – si consiglia di ruotare il disco in entrambi i sensi affinché le spazzole agiscano meglio)
– per velocizzare il processo di lavaggio alcuni audiofili utilizzano due macchine knosti (la prima riempita di liquido di pulizia e la seconda con acqua distillata per il risciacquo) e due rastrelliere (permettono di asciugare in aria fino a 15 vinili ognuna).
– precisiamo che macchina e liquido antistatico sono assolutamente sicuri per il vinile, tanté che moltissimi collezionisti in tutto il mondo ne fanno uso da anni con risultati estremamente soddisfacenti, inoltre le ‘coppe laterali blocca-disco’ di questa ‘versione 2’ includono una guarnizione a tenuta per evitare di bagnare le etichette, indipendentemente che si lavino vinili da 7, 10 o 12 pollici.
– con il litro di liquido in dotazione (brevettato e testato clinicamente) si possono lavare circa 150-200 dischi, compresi i vecchi 78 giri da 10″.